Cos'è FMA

FMA è un'associazione creata da  alcune aziende del settore “Fashion” con l'obiettivo di risolvere controversie civili e commerciali, nazionali ed internazionali, insorte esclusivamente tra soggetti che operano  in tale settore o in attività ad esso correlate, mediante  lo strumento della mediazione civile volontaria ed avvalendosi di mediatori esperti del settore “Fashion”.
I mediatori di FMA, indipendenti, imparziali e neutrali, hanno tutti seguito corsi di formazione,  ed hanno acquisito esperienze professionali in imprese o per imprese nel settore del "Fashion" ed attività correlate, sono laureati in giurisprudenza o in discipline economiche, hanno operato in ambito internazionale e conoscono tutti ottimamente, oltre all'italiano, almeno la lingua inglese parlata e scritta.
L'introduzione di un'apposita clausola nei contratti è la modalità piu' naturale per fare  ricorso alla mediazione FMA

Perché mediazione nel fashion

La mediazione è uno strumento per risolvere qualsiasi tipo di controversia civile e commerciale in modo semplice, rapido ed economico con garanzie di riservatezza. Essa consiste in un procedimento che consente alle parti in lite di trovare un accordo amichevole di reciproca soddisfazione, attraverso l'intervento del mediatore, cioè di un terzo neutrale esperto in tecniche di mediazione e comunicazione.
La scelta della mediazione non pregiudica in alcun modo i diritti delle parti di adire il giudice competente o l'arbitrato.
Nel "Fashion", per il quale la riservatezza è un tema molto rilevante e nel quale le parti spesso sono troppo direttamente coinvolte nella controversia per riuscire ad individuare da sole una possibile soluzione, l' ausilio di un mediatore esperto nel settore puo' essere lo strumento migliore per raggiungere una soluzione che consenta anche, in taluni casi, di preservare per il futuro dei buoni rapporti commerciali.

Regolamento

Il Regolamento di FMA è il seguente:

Scarica il Regolamento (49.5 KB)

 

Elenco Mediatori (CV)

Avv. Francesco Baruffi         cv_avv._francesco_baruffi.pdf

Avv. Carlotta Curti               cv_avv._carlotta_curti.pdf

Avv. Claudio De Bedin         cdbs_cv_in_italian.pdf

Avv. Daniela Della Rosa        cv_ddr_eng_jan_2015_.pdf

Avv. Cristina Franchi          cv_avv._cristina_franchi.pdf

Avv. Luisa Leone                luisa_leone_cv.pdf

Avv. Fabio Moretti             cv_avv._fabio_moretti.pdf

Fashion mediation board

Anche al fine di garantire l'assoluta indipendenza, l' imparzialità e la neutralità dei propri mediatori, elementi indispensabili per il corretto funzionamento di FMA e per l' efficacia dell' attività di mediazione, FMA ha operato la scelta di far si' che i mediatori siano nominati da un organismo indipendente e totalmente autonomo dai soci di FMA. Tale organismo è il Fashion Mediation Board
L'art.5 del Regolamento di FMA disciplina la materia e statuisce non solo che esso provveda alla nomina dei Mediatori ma anche che svolga tutte le attività connesse al loro aggiornamento professionale.

 

Fashion Mediation Board

Avv. Patrizia Chiampan      curriculum_patrizia_chiampan.pdf

Avv. Maria Beatrice Deli

Avv. Manfredi Burgio         cv_avv._manfredi_burgio.pdf

Rapporti tra FMA e la camera arbitrale di Venezia

FMA ha stipulato un accordo con la Camera Arbitrale di Venezia (CAV) per la gestione logistica e segretariale delle mediazioni.
In tal modo FMA si è assicurata la collaborazione di uno dei piu' prestigiosi Organismi di Mediazione sia a livello nazionale che internazionale con vasta esperianza nella mediazione civile.
Inoltre in virtu' di tale accordo, e cosi' come previsto all' art. 10 del Regolamento di mediazione di FMA, il rapporto con CAV consente il raggiungimento dell' esecutorietà dell'accordo eventualmente raggiunto tramite un procedimento semplice, agevole ed economico.
Nell'ambito dell'accordo tra FMA e CAV, grazie al supporto di FMA,  CAV ha istituito una sezione "Fashion" nelle procedure arbitrali da essa amministrate.
Si tratta di un altro straordinario vantaggio per gli operatori del settore, che adottando l' apposita clausola potranno avere la garanzia di avvalersi della competenza di arbitri esperti nella Moda ed attività correlate per la risoluzione di controversie, qualora non abbia avuto successo la mediazione.
Infine FMA ha ritenuto che Venezia sia una sede ideale per le mediazioni, ed anche per gli arbitrati, nel settore moda anche perchè essa è, e giustamente viene percepita nel corso delle negoziazione di contratti, specialmente internazionali,  come un luogo neutrale e quasi "extraterritoriale", che tradizionalmente e storicamente è stato ed ancora è un "melting pot" di  culture ed interessi diversi e cosmopoliti.

Clausola di mediazione FMA e clausola arbitrale

Questa è la clausola di Mediazione che FMA suggerisce di inserire nei contratti.

Scarica la Clausula Mediazione e Arbitrato (13.84 KB)

FMA suggerisce anche di inserire nei contratti una delle seguenti clausole, alternative, di arbitrato amministrato dalla Camera Arbitrale di Venezia

Contatti e domanda di mediazione

Per ogni contatto con FMA e per domande di mediazione a FMA potete scrivere a FMA presso Camera Arbitrale di Venezia - Sig.ra Barbara Marinello - barbara.marinello@ve.camcom.it

tel. +39 041 786 236/248

S.Marco 2032 - 30124 Venezia

Diventare soci di FMA

FMA è una associazione aperta a tutte le aziende che operano nel settore della moda o in attività ad essa correlate.
Qualora siate interessati a far parte di FMA vi invitiamo a scriverci per ricevere ogni ulteriore informazione.

Frequently Asked Questions

  1. Qual'è il vantaggio della Mediazione rispetto all' Arbitrato?
    Entrambe sono modalità di risoluzione delle controversie ma non sono antitetiche.
    La Mediazione puo' avere luogo anche prima, o nel corso, di un Arbitrato, ma se essa ha successo l'Arbitrato diventa superfluo.
  2. Perchè mediazione per le Imprese ?
    E' l'unica modalità di risoluzione di una controversia nella quale le parti hanno la certezza che il risultato non sarà quello che esse non desiderano.
    Con l' aiuto del mediatore in tempi brevi e' possibile arrivare ad una soluzione ragionevole e condivisa ed a costi certi e limitati
  3. Come vengono selezionati i mediatori esperti nel Fashion?
    Essi sono spesso ex dipendenti di imprese del settore con un background giuridico o economico e pertanto ne conoscono non solo le problematiche specifiche ma anche le opportunità e l'importanza di addivenire ad una risoluzione rapidamente
  4. FMA si occupa di mediare controversie internazionali?
    La vocazione di FMA è quella di trovare soluzioni per controversie nel settore Fashion sia a livello nazionale che internazionale. I mediatori di FMA sono tutti in grado di lavorare in almeno due lingue tra le quali l'Inglese
  5. E' opportuno inserire la clausola FMA nei contratti?
    Introdurre la clausola assicura che nel caso di controversie il tentativo di mediazione venga svolto  ed è quindi molto opportuno. Tuttavia le parti possono decidere di rivolgesi a FMA anche successivamente al sorgere della controversia, senza aver introdotto una specifica clausola nel contratto.
  6. Per quale ragione FMA ha sottoscritto un protocollo d' intesa con la Camera Arbitrale di Venezia?
    Grazie a tale protocollo FMA si è assicurata il supporto di un Organismo di Mediazione reputato ed efficiente, anche al fine dell'eventuale esecutorietà dell'accordo eventualmente raggiunto, e di un centro di amministrazione dell'arbitrato  all' altezza della propria altissima reputazione. Inoltre la Camera Arbitrale di Venezia crea una sezione Fashion con arbitri specializzati nel settore.